Io starei anche col sughero

Io starei anche col sughero

Una delle immagini utilizzate per la Campagna internazionale di promozione del sughero

Nuova benzina sul fuoco del dibattito intorno a quale chiusura preferire per il vino. Ne diedi uno stralcio su un confronto qualificato tra operatori internazionali qui, ora la parola sembra passare da chi il vino lo deve imbottigliare a chi il vino lo consuma.

Secondo una ricerca appena pubblicata

"l’86% degli italiani preferisce il tappo di sughero - il tappo di sughero è percepito come garanzia di qualità grazie alla sua capacità di conservare e migliorare il vino. Il sughero è il materiale più amato anche a livello internazionale" dove "oltre l’80% dei consumatori a livello globale collega il tappo di sughero ad un vino di alta qualità e 7 bottiglie su 10 sul mercato sono sigillate con questo materiale".

Questa importante affermazione emerge dalla recentissima ricerca di mercato "L’immagine del tappo di sughero presso gli Italiani", promossa nell'ambito della "Campagna internazionale di promozione del sughero", sostenuta in Italia da APCOR (Associazione Portoghese dei Produttori di Sughero) e affidata all’istituto di ricerca GfK.

Se siete curiosi di conoscere quali aziende facciano parte di APCOR, qui trovate l'elenco degli associati.

Il sito

Il sito

La "Campagna internazionale di promozione del sughero" trova un suo appoggio online nel sito "Io sto col sughero", interessante ma zoppicante per via di scarsi aggiornamenti sul blog (ultimo post risale a due anni fa) e una pagina "contatti" nemmeno completata...

Va decisamente meglio la presenza tattica su Facebook, anche se non di particolare spessore, mentre su Twitter siamo fermi a tre mesi fa.

Tornando all'indagine di mercato, merita evidenziare questo passaggio:

"il vino in sé è molto amato dagli uomini (62%) nella fascia di età tra i 45 ed i 54 anni. Oltre a ciò, la ricerca evidenzia che il tappo di sughero è considerato un indicatore della qualità del vino per il 75% dei consumatori della bevanda, ma anche per quasi la metà dei non bevitori".

Alta ma non elevata è la quota di preferenza per il sughero nella fascia d'età "matura", mentre forte rimane la percezione della "promessa di qualità" riferita a questo tipo di chiusura. Del resto, 

"per l’82% degli intervistati che consuma vino, il tappo di sughero è un materiale vivo, in grado diproteggere la bevanda prevenendo ogni possibile danno".

Sulle caratteristiche del tappo di sughero come "macchina di affinamento" del vino ci sono argomenti a favore di grande interesse e secoli di esperienza enologica. Ma i tempi cambiano, e così le dinamiche della produzione (anche il sughero è una risorsa finita) così come di mercato (servizio al cliente e difetti dovuti al TCA ovvero il sentore di tappo che rovina l'esperienza del vino a tanti, forse troppi consumatori).

Che i tappi siano di sughero naturale mono-pezzo o variamente aggregati, a vite, sintetici, di vetro, di nuove fibre high-tech, ecc., c'è spazio per tutti sui molteplici mercati del vino.

Comunque la pensiate al riguardo, non c'è dubbio che questa ricerca di mercato ridà fiato alla discussione in vista della campagna di vendite post-vendemmia e della stagione natalizia ormai prossima.

Di seguito, il comunicato stampa integrale.

Un'altra immagine della Campagna internazionale di promozione del sughero


Comunicato Stampa

L’86% degli italiani preferisce il tappo di sughero

Il tappo di sughero è percepito come garanzia di qualità grazie alla sua capacità di conservare e migliorare il vino. Il sughero è il materiale più amato anche a livello internazionale, 

Milano, 5 settembre 2017 – Il tappo di sughero si conferma sinonimo di qualità tra gli italiani, è quanto emerge dalla ricerca L’immagine del tappo di sughero presso gli Italiani, promossa nell'ambito della Campagna internazionale di promozione del sughero, sostenuta in Italia da APCOR (Associazione Portoghese dei Produttori di Sughero) e affidata all’istituto di ricerca GFK.

L’indagine rileva che l’86% del campione totale degli italiani coinvolti (820 intervistati) associa il vino di qualità al tappo di sughero. I risultati dell’indagine coincidono con il trend internazionale: secondo dati APCOR, oltre l’80% dei consumatori a livello globale collega il tappo di sughero ad un vino di alta qualità e 7 bottiglie su 10 sul mercato sono sigillate con questo materiale, capace di conservare la raffinatezza dei vini. Il tappo di sughero è il favorito in mercati chiave come la Cina, dove il 95% (1) dei vini più venduti sono chiusi da un tappo di sughero, la Spagna, dove il sughero è il materiale preferito dal 95% (2) dei consumatori di vino e la Francia, dove i cultori del tappo di sughero rappresentano ben l’83% (3).

Nel dettaglio, tra gli intervistati che consumano vino, dal frizzante al rosso corposo, l’indagine italiana rileva che il vino in sé è molto amato dagli uomini (62%) nella fascia di età tra i 45 ed i 54 anni. Oltre a ciò, la ricerca evidenzia che il tappo di sughero è considerato un indicatore della qualità del vino per il 75% dei consumatori della bevanda, ma anche per quasi la metà dei non bevitori. 

Inoltre, per l’82% degli intervistati che consuma vino, il tappo di sughero è un materiale vivo, in grado diproteggere la bevanda prevenendo ogni possibile danno. Infatti, una delle principali caratteristiche del tappo di sughero è la sua flessibilità: un unico tappo è fatto, in media, da 800 milioni di cellule che contengono una miscela gassosa simile all’aria. Questa particolarità permette al tappo di adattarsi dinamicamente al collo della bottiglia, garantendo la sua perfetta chiusura anche a seconda della influenza dei fattori esterni sul vetro come i cambiamenti di temperatura degli ambienti. Grazie alla composizione chimica del sughero, ricco in suberina, il tappo garantisce assoluta impermeabilità sia ai liquidi che ai gas, offrendo la necessaria resistenza agli effetti dell’umidità e alla ossidazione che questa genera.

La campagna APCOR in Italia ha l’obiettivo di stimolare la riflessione sulle proprietà del sughero, prodotto 100% naturale che, grazie alla sua flessibilità, impermeabilità, resistenza e capacità di gestire la micro-ossigenazione, assicura la giusta maturazione del vino, ne preserva l’essenza e lo charme.

______________
(1) Nielsen survey, June 2017
(2) Iniciativa Cork survey, July 2017
(3) Opinion Way survey, May 2017 

 Campagna di promozione del sughero 2017

È ripartita nel 2017 in Italia e in altri 10 Paesi europei ed extraeuropei(Italia, USA, Regno Unito, Francia, Germania, Spagna, Svezia, Danimarca, Brasile and Cina) la campagna internazionale di promozione del sughero, sostenuta e finanziata in Italia da APCOR (Associazione Portoghese dei Produttori di Sughero), insieme all’azienda produttrice Amorim Cork Italia.

Per maggiori informazioni, visitare:

il sito www.ilsughero.org
la pagina https://www.facebook.com/IoStoColSughero
il profilo Twitter https://twitter.com/IoStoColSughero
il canale Youtube http://www.youtube.com/IostocolSughero

Cembra, la montagna si fa vino

Cembra, la montagna si fa vino