Saturnalia, l’algoritmo che classifica la vendemmia

Saturnalia, l’algoritmo che classifica la vendemmia

Saturnalia è un nuovo servizio per la stima della qualità delle uve basato sui dati rilevati via satellite ed elaborati con dati meteo. La novità consiste nell’approccio dell’analisi dei dati, svolta nell’intero arco dell’annata produttiva, che punta a sintetizzare con un punteggio (Saturnalia Vigour Index - SVI) la qualità delle uve di una intera area produttiva fino al dettaglio della parcella di un singolo vigneto.

In pratica, è una radicale rivoluzione del concetto di report vendemmiale sin qui utilizzato dalle denominazioni e dai produttori. L’ “innovazione spaziale” introduce elementi di studio, informazione e comunicazione che si aprono a impieghi estremamente interessanti.

Ecco una breve introduzione di Gianpaolo Paglia, ex produttore di vino, agronomo, biotecnologo, e oggi consulente per diverse realtà vitivinicole:

“Questo e' un lavoro che ho fatto negli ultimi mesi in collaborazione coi ragazzi di Saturnalia, parte di Ticinum Aerospace, a sua volta spin-off dell'Universita' di Pavia. L'idea (premiata anche dall'ESA, Agenzia Spaziale Europea) e' quella di stimare da remoto, tramite satelliti e meteo, la qualita' delle uve di qualunque vigneto al mondo.
Perche' puo' essere utile? Per avere informazioni basate su dati reali e in tempo reale sulla qualita' di una vendemmia e quindi informare appassionati, professionisti e collezionisti. Inoltre vi sono anche dei risvolti tecnici che possono interessare alle aziende produttrici (...).
Il lavoro culmina oggi con il primo rilascio del Bordeaux 2018 Vintage Report, con immagini e dati a profusione”.

Gianpaolo Paglia mi ha anticipato il contenuto del nuovo e corposo report - Bordeaux Vintage Report 2018 - nel quale vengono mostrate alcune delle modalità interpretative dello SVI, l’indice creato dall’impianto di analisi di Saturnalia. Ecco un estratto di alcuni elementi del report:

Bordeaux-2018-vintage-report-saturnalia.jpg

La mappa delle aree di interesse

Il report scende nel dettaglio di ciascuna area e sviluppa l’analisi dedicata

Qui il Saturnalia Vigour Index interpreta i dati raccolti in forma grafica (mappe e chart). In alto, due annate a confronto, dove l’algoritmo SVI differenzia per colore il vigore delle viti (differenti classi di SVI) e ci indica che la 2018 ha una migliore distribuzione a favore dell’equilibrio e della qualità, rappresentati dai due grafici a torta in basso.

Oltre ai dati rilevati via satellite, sono utilizzati numerosi dati “a terra” come la misura dei fenomeni meteo

L’algoritmo SVI elabora una stima di score in millesimi, in questo caso per un’area aziendale specifica.

Per maggiori informazioni e richieste, contattate

Daniele De Vecchi, PhD
CTO, Ticinum Aerospace
d.devecchi@ticinumaerospace.com
www.saturnalia.tech / https://saturnalia.ticinumaerospace.com

Monti Lessini Durello: cosa serve, ancora?

Monti Lessini Durello: cosa serve, ancora?