Qualità del Vino & Cronaca Giudiziaria: "Operazione Prosecco Sicuro"

F_for_fake_orson_wellesSolo pochi giorni fa avevo ripreso due post degli amici wine blogger Gianpaolo Paglia [blog: Poggioargentiera] ed Elisabetta Tosi [blog: VinoPigro] a proposito del tema "Qualità del Vino & Informazione". Ed ecco che la realtà ci sottopone la sua impietosa agenda.
Ne da notizia con ottimo tempismo (ed attento impiego delle fonti) la stessa Elisabetta Tosi con un post sul proprio blog di poche ore fa: "Operazione Prosecco Sicuro". Dopo due anni di indagini sono stati "scoperti in tutto il Nord Italia oltre 24 mila ettolitri (l'equivalente di 3,2 milioni di bottiglie da 750 ml., ndr.) di vino contraffatto, e sequestrati più di 3.500 ettolitri". Si tratta di "falsi" Prosecco Igt del Veneto e della Marca Trevigiana e Pinot Grigio delle Venezie.

Protagonisti della vasta operazione: le Guardie, il Corpo Forestale dello Stato e l'Ispettorato Centrale per il Controllo della Qualità dei Prodotti Agroalimentari (detto ICQ), coordinati dalla Procura della Repubblica di Pordenone; i presunti Ladri, un'intera organizzazione con cinque aziende coinvolte e almeno otto persone iscritte nel registro degli indagati, alle quali vengono contestati i reati di associazione per delinquere, frode in commercio aggravata, falso in atto pubblico, emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Se le accuse verranno confermate in giudizio, viene colpito l'ennesimo traffico illecito di vini contraffati che interessano due denominazioni ampiamente diffuse. A dispetto della caterva di leggi, regolamenti, disciplinari, Consorzi di Tutela, e di tutto l'apparato burocratico-legislativo che solo i produttori veramente conoscono sulla propria pelle, ciò che non finisce di sorprendere è la laboriosità del sistema di falsificazione, incentrato soprattutto sulla contraffazione della documentazione cartacea: documenti di trasporto, registri, timbri, documenti bancari, ecc. Tutto ciò rende particolarmente difficili, complesse e lunghe le attività di indagine e riscontro.

Insomma, sotto questo punto di vista, il vino vero e proprio sembra essere, tristemente, la cosa meno difficile da falsificare.

AGGIORNAMENTO
in un post successivo VinoPigro e Aristide hanno pubblicato i nomi degli individui indagati e le aziende "vittime" della truffa:
http://www.tigulliovino.it/vinopigro/2007/07/operazione_prosecco_sicuro_gli_1.html
http://www.aristide.biz/2007/07/servizio-pubbli.html

-------------------------------
La foto di questo post:
- Orson Welles nel film documentario "F for Fake" (F come Falso).

OCM Vino, editoriale di Mike Tommasi

Flash / Premio Veronelli 2007 a Lavinium